/ è più che verissimo. E per chi pensa con ogni dili- / genza mondana trouare schermo alla fortuna, che / viene dal cielo; che così vuole intendere il Fato; / che non è altro, che la volontà diuina; laquale hà / più forza che la virtù e solertia humana, s'inganna / molto. E ben vero, che in mia giouentù, essendo io / preso d'amore in Pauia, fui necessitato non far / peggio, à prendere vn partito dannoso per saluar la / vita; e volendo mostrar la necessità, che mi sforzò, / feci quell'animale, che in Latino si chiama Fiber / Ponticus, e Castoro in volgare; il quale per fuggi- / re dalle mani de' cacciatori, conoscendo d'esser per- / seguitato per conto de' testicoli, che hanno molta / virtù in medicina, da se stesso non potendo fuggire / se gli caua co' denti, e gli lascia a' cacciatori, come / narra Giouenale, con vn motto di sopra, che / diceua in greco; , che vuol / dire necessità; alla quale (sì come / scriue Luciano) vbidi- / scono gli uomini / e gli Deì.

 

 

Page 0157 - facsimile image