/ do per impresa cinque spighe di grano senza più, e / senza motto alcuno, essendo tenuto poco liberale verso / le sue genti d'arme nell'hospital cortesia, e nel trat- / tamento delle paghe, venne talmente in fastidio a' / Signori Vinitiani, de' quali egli era Generale; che pe[n]- / sarono di volerlo cambiare al Signor Marc'An- / tonio Colonna: e diede ancho materia d'essere burle- / uolmente calonniato da M. Andrea Gritti Prouedi- / tore del Campo, dopò il fatto d'arme della Bicocca. Il- / qual disse, questo nostro Generale và molto mal for- / nito di vettouaglia, perche non porta più prouisione / se non de cinque spighe di grano. Alche rispose / M. Cesare Viola, che portaua il suo Guidone, huomo / valente e faceto, nobil Milanese, dicendo: Non vene / marauigliate Signor Proueditore, perche il nostro Ca- / pitano viue à minuto, e dà à credenza, e pagasi poi à / contanti. Hora queste spighe del Signor Theodoro mi / riducono à memoria l'impresa, ch'io feci al Signor / Marchese del Vasto, quando dopò la morte del Signo- / re Antonio da Leua fu creato Capitan Generale di / Carlo Quinto Imperatore, dicendo egli, che à pena / eran finite le fatiche, ch'egli haueua durate per esser / Capitano della fanteria, chegli era nata materia di / maggior trauaglio: essendo vero, ch'el Generale tiene / souerchio peso sopra le spalle: gli feci dunque in con- / formità del suo pensiero, due couoni di spiche di gra- / no maturo con vn motto, che giraua le barde e fim- /

 

 

Page 0117 - facsimile image