DESCRIPTIONICONCLASS
HAUD PUSILLANIMITATI

DEL S. MATTHEO FRACACINI.
Non si deve incolpare di picciol core
L'huom, che visto il Leon feroce e strano,
Si getta humil nel polveroso piano,
Poi, ch'esser non puo seco vincitori.
Però quel, ch'è minor, contra'l maggiore
Fia sciocco, se vorrà pugnar in vano;
Ne bisogna adoprar l'ardita mano,
Se non si spere haver gloria et honore. Dunque ciascun, che di se stesso è amico,
Prima, che mova l'arme, o stringa spada,
Misuri ben le forze del nimico.
E chi segue altro calle, et altra strada,
Giovane poi di senno e d'anni antico
Al fin conven, che con vergogna cada.

 

 

Link an image of this page
[Click on image for full page view]