DESCRIPTIONICONCLASS
FERT OMNIA

DEL S. ANTONIO BARONE DI SPOR.
Correndo il Sol de le stagioni Duce,
Onde i dodeci segni han propria sede;
Quanto l'occhio mortal contempia e vede
Senza posar col suo calor produce.
E quindi a morte parimente adduce
Nel suo girar con frettoloso piede
Ogni cosa creata: e gliel concede
Chi de la vita è fonte e de la luce. Col tempo ancora hor lieto, hora turbato,
Suole apportar mirabil cose al mondo,
Variando fra noi le humane sorti.
Che quel, ch'era pur dianzi in alto stato,
Abbassa; e tol di bocca de la morte,
Sollevando il meschin dal basso fondo.

 

 

Link an image of this page
[Click on image for full page view]