sè altro non fu che la gratia divina, per la quale Dio si riconcilia con l'huomo. Havendo con que
sto mezo Fioravante superati i veleni del senso, volse porre à quella figura questo motto cupi-
ditatem quies
e ritrovandosi con l'animo quieto si compiacque di chiamarsi il tran-
quillo

Questo Academico è nato della famiglia de Rabbi, nobile, & antica in Milano di assai honesti
parenti, i quali havendolo diligentemente e con buoni costumi allevato, venuto in età lo, man-
dorono allo studio di Pavia, dove con ogni vigilantia e continova sollecitudine, data opera alla
professione di filosofia e di medicina, riuscì con tanta gratia, che con general consentimento fu
[taper]eletto Rettore, nel fine del qual offitio conseguì con molto honore il meritato grado del
Dottorato, e fulli assegnata una publica lettura nel studio di Theorica straordinaria, e
cosi per alcuni anni perseverò nel leggere, e nel medicare, e specialmente i pove-
ri a quali con molta carità prestava l'opera sua per amor di Dio, & havereb
be felicemente e con molto credito perseverato di communemente
giovare, se la morte troppo immaturamente non lo havesse ra-
pito, fu buon musico dilettavasi molto di componimenti iu [sic]
lingua materna, e fece alcuni belli poemi, che si reci-
torono nell'Academia, era gratioso e sempre lie
to & affabile nel conversare, onde n'era
da tutti generalmente amato & mol
to apprezzato. [/taper]

 

 

Link an image of this page
[Click on image for full page view]