170 FELICE
SAN SEVERINA,
DUCHESSA DI
GRAVINA. INFORMAL DESCRIPTION
ILLE MEOS

[TEXT] [L]E FIGURE DI QUESTA IMPRESA, che son'una
tortora sopr'un'arbor secco, col Motto,
ille meos ,
fanno chiaramente conoscere, che ella è formata, ò tratta dal
la parole della generosa Didone appresso Virgilio nel quarto
libro, parlando ad Anna sorella sua sopra il pensiero del ri-
maritarsi dopo la morte del primo marito, lequai son queste:
Si mibi animo fixum, immotumque sederet,
Ne cui me vinclo vellem sociare iugali,
Postquam primus amor deceptam morte fefellit,
Si non pertesum thalami, taedaeque fuisset,
Huic uni forsan potui succumbere culpae.

Et soggiunge poi:
Sed mihi vel telius optem prius ima dehiscat,
[vel]

 

 

Link an image of this page
[Click on image for full page view]