135 INFORMAL DESCRIPTION
UNO AVULSO

[TEXT] Laqual'è un ramo, che si svelle dall'arbore, rimanendovene però, & come su
bito succedendovene un'altro. La qual'Impresa in quant'alla figura verrebbe
in effetto ad aver qualche imperfettione. Percioche non su può in niun modo
comprendere per la figura quell'atto di succederne subito un'altro in luogo
del primo, che ne sia svelto. Et mi maraviglio molto, come il Giovio non avver
tisse questa importantissima parte, essendo queste medesime le sue parole. Figu-
, , rando un ramo, svelto dall'arbore, in luogo deI [sic] quale ne succede subito un'-
altro. Il qual atto, com'ho gia, detto è impossibile, che la figura per se stessa ci
possa esprimere. Ma questo vitio, ò questa imperfettione le si vien'à toglier'in
tutto con l'aiuto delle parole Uno Avulso , Le quai due sole bastano, &
sono più leggiadramente poste, che con l'aggiunta dell'altre, Non deficit alter.
Percioche questa cosa del ramo aureo, ilqual colse Enea per ordine della Sibil-
la nel voler discender'all'inferno, che Virgilio narra nel sesto dell'Eneida, è tan-
to nota, che tosto, che si vede questa figura con quelle due parole, si vien'ad
intender tutto il resto; & vengono le parole à far comprendere con la mente del
remirante, quello, che per se stesso alle figure è come impossibile a rapprasentare [sic].
Ora, l'interpretation dell'Impresa è facilissima, avendola il Duca fatta nel
principio del suo principato per mostrar'à i maligni, che alla Casa de' Medici,
se ben n'era stato estinto il Duca Alessandro, non mancheranno mai huomi-
ni da succedere nel Principato, ò nel governo di quella Repub.ilche [sic] tanto più
si dee sperar'ora, vedendo, che egli essendo ancor giovanissimo, & sano, & attis
simo à far de gli altri figliuoli, se ne trova aver tanti maschi, & femine, & il
primo già in età da saper governare, & da poter far'al padre (secondo la pro-
messa di Dio à gli uomini giusti) veder'i figliuoli, & ancor i primim & secondi
nepoti de' suoi figliuoli. Le parole di Virgilio, quando la Sibilla istruisce Enea
à dover far prova di coglier quel ramo, dicono, Primo avulso . Ma per accom
modarle in questa Impresa, quel giudiciosissimo gentil'huomo Pier Francesco
da Rivi, che secondo il Giovio ne fu inventore, mutò molto gentilmente la
parola, Primo , & ne fece, Uno , che qui per questa intenzione sta molto meglio
& è lecito, & vaghissimo il farlo.
[L'Impre-]

 

 

Link an image of this page
[Click on image for full page view]