75 BERTOLDO
FARNESE
INFORMAL DESCRIPTION
NOMEN DOMINI

[text] [S]I PUÒ SICURAMENTE COMPRENDERE,
che questa Impresa sia formata da quello di Salomone al
Cap.18.de'suoi Proverbii, Turris fortissima nomen Domini.
Onde si vede, che serva il modo solito della scrittura, laqual
quasi sempre pone il nome di Dio per la Virtù, per la Gra-
tia, per la Gloria, per la Potenza, per la Deità, & per la Maestà di
,, Dio,
finalmente per Dio stesso. Omnes gentes adorabunt coram te Domine, &
,,glorificabunt NOMEN tuum. Effunde iram tuam in gentes, que te non noverunt,
,, & in regna, quae NOMEN tuum non invocarunt.
Et questo è tenuto un de'
grandissimi misterii, che si abbiano nella santa Bibia, potendosi di quasi tutti
gli altri venir'à qualche maggior conoscenza, che di questo del Nome di Dio.
Onde è detto degnamente ineffabile, cioè che non si possa nè dire, nè pronun
tiare ancor con lingua, come non si può capir con la mente. Et Iddio stesso à
Moise, che gli dimandava il suo nome, rispose, Io sono Colui,
Che sono
. Et è poi da vedervi quel gran misterio, ch'è toccato pur'ora,
cioè, che questo conoscere, & sapere il vero nome di Dio, sarebbe come un
comprendere,ò capire interamente l'infinita Deità, grandezza, essenza, & va-
[lor di]

 

 

Link an image of this page
[Click on image for full page view]