ingegno per piena informatione in così bel proposito di cotal fuoco, ò lume
usato da gli antichi, & non molto ben compreso nell'effetto & nei nodi da
quanti io n'ho fin qui intesi ne i tempi nostri.
PRENDESI adunque polvere di litargirio, & Tartaro ò ragia botte,
& si fan bollire in aceto, poi si cola quell'aceto, & si fa di nuovo ribollir tanto,
che si consumi tutto, & à quella polvere che resta, si aggiunge di nuovo Tarta
ro ò ragia di botte, & calcina viva, & cinabrio, che di ciascuna di queste sia à pe
so il doppio di tutta la sopradetta prima polvere, che restò dallo aceto. Et tutte
insieme si mettono in una pignatta ben serrata,& incretata di fuori, & si mette
in una fornace da bocalari. Poi cotte le pignatte, si cava via quella polvere,
& subito così caldissima si rinchiude dove si vuole, & in quella quantità che
vogliamo. Avvertendo, che quella cassetta, ò altro dove si mette, sia in mo-
do serrata, che l'aere non vi possa entrare in alcun modo. Et in mezo à detta
polvere disopra si mette un pochetto di canfora, & solfo. Et così si può lasciar
per quanto tempo. poco, ò molto, che noi vogliamo, che mentre starà serrata
dall'aere, non farà mai mutatione. Ma tosto poi, che sente l'aere, si accende la
polvere, & accende quella poca canfora & solfo in mezo, onde par veramente
lucerna accesa. Et, consumata poi quella poca canfora, & solfo, che si consu-
man prestissimo, il fuoco, ò il lume rimane spento. Et questa certamente è da
credere, che fosse la materia, che gli antichi i dolatri & superstitiosi deveano
mettere appresso i lor motti, come vi sepelivano ancor altre coae, con animo
di servirsene ne i lor Campi Elesii, ò in altri mondi, ò anco in questo, quan-
do riuscitassero.
IL che tutto aggradiscano i gentili spiriti, che à me sia accaduto di discor
rere per giovamento, & dilettation loro nel proposito di questa
Impresa del fuoco perpetuo, che il Giovio attribuisce al
Tempio di Giunone Lacinia; se ben, come ho detto,
egli in ciò dice quello, che non ne dicono gli
Autori, & principalmente lo stesso
Plinio, che egli allega.

 

 

Link an image of this page
[Click on image for full page view]