M. LOD. DOMENICHI.269
fonte delle Muse in Parnaso; perche l'honorate at-
tioni delle persone illustri, danno materia di scriuere
à gli historici e poeti: si come dara[n]no ogn'hora le de-
gne imprese di questo magnanimo Signore. Il mot-
to dell'impresa è questo mezo verso del Petrarca;
CHE TRAHE L'HVOM DEL SEPOLCRO.
M. Alamanno Saluiati è gentil'huomo molto mode-
sto e cortese, e tale,che se Fiorenza hauesse molti al-
tri simili à lui in bontà d'animo e'n prontezza di
giouare e far beneficio à ogni persona, ella verame[n]te
si potrebbe chiamare la prima città d'Europa di gen-
tilezza, si com'è di bellezza e magnificenza d'edi-
fici. Percio ch'egli è persona tanto libera, e schietta,
che da lui si possono più tosto sperare magnifici e
reali effetti, che vane e leggieri parole. Però hauen-
domisi anch'egli obligato con le sue cortesi maniere,
per non essere ingrato affatto vero di lui, si come an-
chora io m'ingegno di non essere con nessun'altro;
gli ho fatto la sua impresa; ch'è la proboscide
sola fà quasi tutti i seruigi, che gli bisognane; per-
cioche se ne serue in cambio di mano: con essa bee;
con essa si mette il cibo in bocca; e la porge al suo
maestro, à cui egli si mostra vbidientissimo in tutti
i suoi commandamenti; così quando egli gli vuole
salir sul collo, come quando vuole scendere in terra.
Con essa sueglie glialberi, toglie l'armi di mano in

 

 

Link an image of this page
[Click on image for full page view]