M. LOD. DOMENICHI.243
comparisce anchora egli à diuorarle & à spegnerle.
Et il motto, ch'egli portaua sotto à questo animale,
era, LOCO ET TEMPORE. Credo, che l'animo
suo fosse di voler mostrare; che anchor che à tempo di
pace esso non istia mai fermo, girando sempre in di-
uerse parti; sempre però si truoua in difesa del suo Si-
gnore con l'armi in mano, quando bisogna cacciare
i suoi nemici. Come veramente egli hà mostro in
questa guerra, che s'è portato di maniera in tutti i
luoghi, doue si è combattuto, così con l'ingegno del-
l'animo, come con la forza e valor del corpo, che ol-
tre à diuersi honori, che n'hà acquistato, ne hà me-
ritato anchora grando di Maestro generale di tutto
l'esercito, Doue mutando honore, hà voluto ancho
mutare impresa: laquale non voglio dire, per non ve-
nirui à noia, dimorando tanto sopra vn particolare.
POM. E di gratia non ci mancate di dircela; per-
che come già v'habbiam detto, noi non ci curiamo
molto della varietà de' Signori, c'hanno portate l'im-
prese, ma si bene della diuersità di quelle, e massima-
mente di queste di questo caualiere; lequali, à mio
giudicio, mi pare c'habbian tutte le parti, che da M.
Giouio son dette. LOD. Certo M. Pompeo, se voi co-
nosceste questo Signore, ne haureste grandissima so-
disfattione. Et io ve ne parlerei più liberamente, se-
non ch'io temo, per essergli io quello amico e serui-
dore, ch'io gli sono, di esser tenuto adulatore. POM.
Q 2

 

 

Link an image of this page
[Click on image for full page view]