240RAGIONAMENTO DI
chiamaua de' Sonnacchiosi: & era la loro impresa
vn'Orso, ilquale animale, secondo che scriue Plinio,
Aristotele & altri, dorme sei mesi continui dell'
anno. Il motto era vn verso Toscano, che diceua,
SPERO AVANZA CON LA VIGILIA
IL SONNO
; quasi che volessero dire, che doue
forse prima erano stati neghittosi & infingardi all'o-
pere di gloria e di virtù, si sarebbono sforzati con lo
studio racquistare il tempo perduto. AR. Ma doue
lasciate voi i Signori Academici Fiorentini? non
hanno anch'eglino alcuna bella & honoreuole im-
presa, essendo essi maestri e prencipi della lingua
Toscana, e singolari in tutte le scienze? LO. Io non
potrei dir tanto de' meriti loro, che'essi de molto più
non fossero degni. Però quanto all'impresa loro, dico,
ch'ella è il fiume d' Arno in figura humana con due
piante, l'vna dalloro, e l'altra d'oliua, zenz'altro
motto. Onde di loro direbbe il Giouio, che hanno fat-
to vn corpo senz'anima. E per mostrar meglio la sin-
golarità e grandezza loro, hanno voluto chiamarsi
Academici Fiorentini, senz'altro cognome, come
comunemente s'vsa per gli altri. Hora essendo io
vscito dell'Academie, entrerò à ragionare delle per-
sone particolari, e massimamente di quelle, ch'anno
fior d'intelletto e perfettion mdi giudicio; si come è
fra glialtri, anzi più di molti altri caualieri & huo-
mini di grado, il S. Conte Clemente Pietra, dotato
di tutte

 

 

Link an image of this page
[Click on image for full page view]