S. GAB. SYMEONI.205
cideranno tutti à vn modo sotto terra, e nell'altro
mondo noi sarem tutti vguali (come molto bene
hà dimostro Luciano nel Dialogo, che ei fa di
Mercurio, d'vna anima, e del teschio d'Helena)
pare che i poueri putin loro, e non sian degni di
guardarli in viso, onde io hò giudicato bene di fa-
re anchora à questi la impresa loro: laquale è vno
scettro legato à vna zappa con vn capo di morto di
sopra con queste parole, MORS SCEPTRA LI-
GONIBVS AEQVANS.
il quale spec-
chio per viuer bene e lodatamente
dourebbono i Prencipi hauer
sempre innanzi à
gliocchij.
DANARI

 

 

Link an image of this page
[Click on image for full page view]