202LE IMPRESE DEL
offesi da loro, ò padroni, ò parenti, ò amici che si
siano, laqual cosa bisogna certamente dire che
nasca d'vna estrema superbia & ignoranza, poi
che glihuomini si persuadono ò per le lor richezze
forse male acquistate, ò per qualche vana opinione
d'esser più nobili de glialtri, ò per hauer fatto pia-
cere à qualch'vno, ch'egli habbia à sopportare e pi-
gliare in grado le loro ingiurie e la loro poca discre-
tione: la onde ricordandom'io d'hauere vdito dire
che intorno a questo fatta si vede vna bella impre-
sa in vn marmo antico nel regno di Napoli, m'è
parso di reppresentarla quì con l'altre; cioè, vn mon-
tone molestato lungamente da vn piccolo putto, che
nel fine adirato la cozza e rouescia per terra,
con queste parole, FVROR FIT
LAESA SAEPIVS PA-
TIENTIA.

PER

 

 

Link an image of this page
[Click on image for full page view]