S. GAB. SYMEONI.187
vno innamorato è morto in se stesso, viuendo il suo
pensiero (che è la propria vita dell'anima) intor-
no alla cosa amata. Onde il detto Filosofo soleua
dire quan'ei trouaua vn'innamorato, COLVI
VIVE IN VN'ALTRO CORPO.
Ma at-
tribuendo moralmente quest'amore all'anima, egliè
certissimo che mentre che l'huomo si deletta intorno
à vna bellezza corporale (figurata quì da me per
lo splendore della Candela) dimenticando bene
spesso il Creator per la creature, e cadendo in qual-
che scandolo, vengono finalmente à perdere il cor-
po e l'anima. Il che accade ordinariamente à certi
ricchi sciocchi innamorati, che volendo par-
lar di amore non sanno in qual par-
te del corpo eglino s'hab-
bian la testa.
VN

 

 

Link an image of this page
[Click on image for full page view]