del Mancino; anchor che à quel tempo fusse nome
honorato fra spadaccini: che usò di portare nella ber-
retta una picciola suola di scarpa con la lettera T,
in mezzo, & una perla grossa in punta di detta
suola, volendo che s'intendesse il nome dalla sua
dama à questo modo, Marguerita te sola di cor' amo.

Un'altro suo concorrente chiamato Pan molena,
fece il medesimo, ponendo oro di martello in cam-
bio di cuoio, perche s'intendesse, Marguerita te
sola adoro, stimando che fusse maggiore efficacia
d'amore l'adorare, che di cuore amare.
In questi si-
mili trouati passò il segno M. Agostin Forco da Pa-
uia
, innamorato di Madonna Bianca Patiniera: il
quale, per dimostrare d'esser suo fedel seruo, portò
vna piccola candela di cera bianca, insertata nel
frontale del suo berrettone di scarlatto, per signifi-
care, spezzando il nome della candela in tre sillabe,
Can; cioè, seruo fedele, de la Bianca.
Ma ancor questa
con più spesa e maggior argutia fu auanzata dalla
medaglia del Caualier Casio Poeta Bolognese, il
quale portaua nella berretta in vna grande Agata
di mano del finissimo maestro mastro Giouanni da
Castel Bolognese
, la discensione dello Spirito Santo
sopra i dodeci Apostoli; e domandato vn giorno da
Papa Clemente, di cui era familiarissimo, per qual
diuotione portasse questa colo[m]ba dello Spirito Santo,
& le lingue ardenti sopra il capo de gli Apostoli,

 

 

Link an image of this page
[Click on image for full page view]