attender così in pronto, dissi loro, ch'io e per
l'affettion, che porto all'Autore, le cui historie
haveva digià fatte tradurre & stampare in no-
stra favella Francese, & anco per sodisfare à
voi, che non tanta amorevolezza à ciò m'in-
vitavate: dove vi piacesse haver patienza infi-
no à tanto, che l'incominciato lavoro si man-
dasse à fine, l'haurei con tutti quegli honori
& ornamenti, che da me si potesser maggio-
ri, volentieri mandato fuora. La onde stando-
mi in questo proposito, à pena i miei s'eran
della prima occupation liberati, che mi ven-
ne in mano il libro stampato in Roma; ilqua-
le poscia che io hebbi riscontrato col vostro,
e trovatolo mal conforme e peggio corretto,
mi crebbe tanto più il desiderio di sodisfarvi,
quanto si vedeva aperto si fatta impressione
esser seguita contro la vostra volontà. E così
feci con ogni caldezza metter mano all'opra:
laquale per cagion delle figure, che visi ri-
chieggon convenienti à sì nobil soggetti, non
s'è potuta assolvere infino al presente tempo.
Perche voi veduta la mia tardanza (e perauen-
tura anco persuasovi, che, per essere il libro
stampato in Roma, io me ne dovessi hoggi-
mai restare) per non far torto all'autore, & à
voi stesso, che sostenete buona parte del det-

 

 

Link an image of this page
[Click on image for full page view]