pictura
DESCRIPTIONICONCLASS
RESTAT VULNUS
Page *033
motto/title

RESTAT VULNUS
Page *033
primary text/subscriptio
DEL MAGNIFICO S. LUIGI MOCENICO.
Benche di buon Arcier, ch'habbia scoccato
L'acuto strale, al saettar non parco,
Il braccio posi, e parimente l'arco
Sen giaccia su'l terren molle e spezzato,
Ma non avien, che non ne sia piagato
L'huom, che ne fu ferito, o al petto, o al fianco,
Così resta la piaga: e non vien manco,
S'ei da chi può sanar non e sanato. Cio face spesso il fiero Arcier, ch'à l'ale:
E, benche stanco il suo fort'arco allenti,
Non sana il grave e pentrabil male.
Ne per lui guarir l'herbe possenti;
Ne forza d'arte Maga, o incanto vale
A le pighe d'Amor aspre e pungenti.
Page *033