pictura
secondary text
Fecine ancora vn'altra, che forse è riuscita meglio
delle sopradette, al medesimo S. Sinibaldo in materia
d'amore; ilquale fiorisce meglio per la pace dopò la
guerra. Amaua questo Signore vna gentildonna,
& ella era incominciata à entrare in gelosia, veggen-
do che il S. Sinibaldo andaua molto intorno, all'vsan-
za di Genoua, burlando e trattenendosi con varie
dame. La onde gliele rinfacciaua spesso; dolendosi
della sua fede, di come poco netta e leale. E volendo
egli giustificarsi apresso di lei, mi richiese d'vn'im-
presa à questo proposito. Et io gli feci il bussolo della
calamita, appoggiato sopr'vna carta da nauigare, col
suo co[m]passo allegato; e di sopra il bussolo d'azuro à stelle
d'oro il ciel sereno, col motto che diceua;
Page 0090
motto/title
SPICITPage 0090
VNAM.Page 0091
secondary text
Significando, che, se ben sono molte bellissi-
me stelle in cielo, vna sola però è guardata dalla cala-
mita; cioè, fra tante, la sola stella della tramontana. E
così si venne à giustificare con la sua Dama, che da
lui era amata fidelmente; e, che quantunque egli
andaua vagheggiando dell'altre, non era per effetto
ma per coprire il vero col simulato amore. L'impresa
parue anche più bella per la vaga vista, e fu assai lo-
data da molti, e fra glialtri dal dottissimo M. Paulo
Pansa suo segretario.
Page 0091