motto/title
pictura
primary text/subscriptio
Donna squalida e bruta;
Che di carne di vipera si pasce,
Emangia il proprio core,
Cui dolgon gliocchi lividi a tutt’hore.
Magra, pallida, e asciutta:
E dovunque ella va, presso o lontano,
Porta dardi spinosi ne la mano,
Che nel suo sangue tinge.
In questo habito strano,
E in tal forma l’invidia si dipinge.
Page 070