/ Et però dissi ancora, che i Cavalieri Erranti, i quali andavano attorno per tut- / to il modo, portavano l'Imprese loro per ordinario con figure, non con paro- / le, conoscendo, che se in Arabico faceano le parole, non sarebbono state intese / da' Greci, da' Latini, da Francesi, ò da gli Spagnoli, & così all'incontro in qual / si voglia altra lingua l'avesser fatte, che à quella sola nazione, ò à pochissime al- / tre, si sarebbero lasciate intendere. Là ove le figure de gli animali, delle pian- / te delle case, degli elementi, & d'ogni alta cosa della Natura, ò commune, era- / no universalmente per farsi conoscer da ciascheduno. Avvertendo però, di / non metter' animali tanto rari, & tanto particolari & soli d'una sola provin- / cia, che in tutte l'alte del mondo non fosser note, per preferenza, ò almen per fa- / ma divolgatissima come la Fenice, che, quantunque niuno per aventura non / l'abbia mai veduta, è tuttavia come universalmente notissima la forma sua. / Può dunque tarsi da tutto questo questo, che l' Imprese non solamente sono co- / me seminate ò poste dalla Natura stessa nelle menti umane, & che l'origine ò / principio loro non fosse con figure sole, ma che ancora per questo faria cosa al / quanto duretta, ò sforzata, il volere, che il motto, ò le parole, le quali poi per / le cagioni, che dirò appresso, le si aggiunsero, si dovessero dir l'anima dell' Im- / presa: che così converrebbe dire, che quelle tante belle Imprese, usate dagli an- / tichi senza Motto, & che s'usan' ancor' oggi da molti grandi d'huomini felice- / mente, fossero cadaveri, ò corpi morti, ò, per dir meglio, embrioni & aborti, ò / sconciature, uscite fuori senz'aver mai ricevuto anima, né spirito alcuno. Tut- / tavia, poi che questa cosa di chiamare le figure corpo, & il Motto anima dell' / Impresa si vede esser passata tant'avanti, che faria come ipossibile toglierla / in tutto ò dalle mente, ò dalle lingue, & penne altrui; per questo si può / più tosto tollerarla con corroborare le sue ragioni, dicendo, che in / effetto, ancor cheristrettamente la vera, & propria anima / dell'Impresa si debbia dire l'Intenzione del significato / suo. Nientedimeno poi che estrinsecamente di ve- / de l 'Impresa si debbia dire l'Itenzione del significato / suo. Nientedimeno poi che estrinsecamente si ve- / de l'Impresa far' officio di corpo animato, si / possa tutta insieme chiamar un corpo / solo, &attribuire l'anima al Mot- / to, & le figure al corpo, on- / de l'intenzione del si- / gnificato suo ven- / ga poi ad / essere / operazione di tutto il / detto composto / di corpo, & / d'ani- / ma.

 

 

Page 0004 - facsimile image