SCIENZA. / / SCIENZA. / / Che un dotto non dee biasimar l’altro. / INFORMAL DESCRIPTION        / Deh, perche Progne la Cicala, tanto / Crudel rapisci? Se pennuto uccello / Sei tu con l’ali, è anchor’ella altretanto. / Se canti sovra un tenero arboscello, / Et ella ingombra il cielo del suo canto. / Et è grato a chi l’ode e questo e quello. / Dunque lascia la preda, che non dei / Uccider cosa, a cui compagna sei.

 

 

Page 167 - facsimile image