FORTUNA. / / Che le cose male acquistate mal se ne vanno. / INFORMAL DESCRIPTION        / L’edace Nibio, mentre il troppo cibo / Rece, dice a la madre, oime che fuori / M’escon l’interiora: & ella, figlio / Non pensar che sia tuo ciò che furato / Hai de l’altrui, onde con fiere tempre / Il ventre t’empi, e ti satolli sempre.

 

 

Page 126 - facsimile image